gototopgototop
  1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Modalità di Accesso nelle R.S.D.

PDF Stampa

palazzina_rsdL'accesso all'RSD, é subordinato ad una condizione di disabilitá medio-grave, in soggetti di etá superiore agli anni 18.
Le domande vanno presentate direttamente all'UARP della fondazione da parte degli interessati o dei servizi sociali pubblici di riferimento e vanno corredate da una relazione medico-sociale.

Le domande ritenute idonee-compatibili per l'inserimento in struttura, vengono inserite in una graduatoria avente carattere interno.
Nel momento in cui si rende disponibile un posto letto, si procede a chiamata diretta. Il chiamato é tenuto all'accettazione o meno del posto, (nella norma si garantisce un tempo congruo di decisione fino ad un massimo di 24 ore), pena la cancellazione dalla lista d'attesa.
Dal momento dell'accettazione, l'ingresso salvo impedimenti, deve avvenire nelle successive 72 ore.
Al momento dell'ingresso é richiesta la sottoscrizione di un contratto individuale, secondo quanto previsto dalla normativa regionale, ed é previsto il versamento di una cauzione infruttifera pari ad una mensilitá di retta.
Prima dell'accesso, su appuntamento da concordarsi con l'UARP, é possibile una visita guidata alla struttura.
L'assegnazione del posto letto nella norma viene effettuata sulla base del posto letto disponibile ed in relazione alle condizioni di gravitá dell'ospite. Rimane nella facoltá della Direzione Sanitaria la possibilitá di disporre, successivamente all'ingresso, eventuali spostamenti all'interno dei nuclei, anche per brevi periodi, sia per ragioni di tipo assistenziale che per ragioni di ricettivitá ospitaliera.
Entro 7 gg. l'educatore procede alla compilazione di una cartella dell'ospite, strumentale alla successiva redazione della scheda SiS (Supports Intensity Scale - che sará oggetto di compilazione entro i successivi tre mesi), ed insieme all'equipe (medico - infermiere - ausiliario socio-assistenziale - educatore), sulla scorta dell'osservazione dell'ospite predispone il PIANO DI ASSISTENZA INDIVIDUALIZZATO. Ad ingresso avvenuto, il medico compila altresí la scheda SIDi (scheda utente regionale).
Il Piano di Assistenza Individualizzato completa la cartella assistenziale - infermieristica e quella clinica dell'ospite e sará fatto oggetto di illustrazione al familiare di riferimento perchè ne prenda visione e lo sottoscriva, salvo la possibilitá di condivisione diretta con l'utente.
All'interno delle RSD oltre all'offerta di servizi alberghieri, di cura della persona, e, di assistenza spirituale, si concretizza la giornata degli ospiti secondo una scansione di tempi e attivitá calibrati sulle capacitá residue ed in relazione alla tipologia dell'utenza.


L'RSD si caratterizza per una serie di attivitá di tipo educativo - sociale, che vengono proposte in maniera individualizzata in base alle capacitá residue dell'ospite. In particolare gli interventi sono mirati al mantenimento o perfezionamento delle autonomie personali (igiene, comportamenti di vita quotidiana, gestione degli ambienti di vita e degli effetti personali, apprendimento di abilitá o di competenze semplici …). 

Quotidianamente sono proposte alcune attivitá:

  • per lo sviluppo della manualitá
  • di educazione motoria
  • di potenziamento e recupero cognitivo
  • di educazione musicale
  • socio-educative e di gruppo
  • extraistituzionionali
  • eventi straordinari.

Documenti necessari:
Allegato 3 nota informativa relativa alla documentazione da presentare rev.11 anno 2016.pdf
Allegato 2 regole cauzione fruttifera tutte UdO rev.08.pdf